Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ricerca e informazione: argomenti d'interesse generale

Profili civilistici del diritto all'informazione

Vincenzo Cuffaro

Libro

editore: JOVENE

anno edizione: 1986

pagine: 212

20,00

L'informazione e i diritti della persona

Libro

editore: JOVENE

anno edizione: 1983

pagine: 350

30,00

Cibernetica e questioni affini

Antonio Pignedoli

Libro

editore: Accademia Naz. dei Lincei

anno edizione: 1975

pagine: 69

10,00
10,00

Gli esperimenti nelle scienze

Donvina Magagnoli

Libro

editore: La Scuola

anno edizione: 2014

pagine: 160

14,00

Tampering in wonderland

Daniele Venturi

Libro: Copertina morbida

editore: Università La Sapienza

anno edizione: 2013

pagine: 124

22,00
27,50

Codici segreti. Storie, misteri, operazioni, personaggi

P. J. Huff, J. G. Lewin

Libro: Copertina rigida

editore: Vallardi A.

anno edizione: 2009

pagine: 274

Quando si deve comunicare un segreto, il problema è sempre come riuscire a trasmettere il messaggio alla persona giusta, senza essere scoperti da quella sbagliata, e nei secoli le soluzioni individuate sono state moltissime. Un segreto può essere criptato in codici a più livelli, sepolto in una buca nei campi, nascosto nel codice del computer, scarabocchiato con il gessetto su una staccionata, sussurrato all'orecchio di un amico, scritto con inchiostro invisibile, trasmesso su una frequenza radio o ridotto alle dimensioni del punto che sta alla fine di questa frase. Con il progresso della civiltà, anche i modi per comunicare i segreti si sono evoluti: gli algoritmi di cifratura sono diventati più complessi e i luoghi dove nascondere le informazioni più ingegnosi. Sta di fatto che, come dimostra brillantemente questo libro, non esistono segreti inviolabili e nessuno è sicuro di non essere spiato. In questo mondo i segreti abbondano e svelarli non è necessariamente un'attività malvagia, mentre custodirli non è sempre la cosa giusta da fare. E in fondo, svelare un segreto è un passatempo antico e rispettabile (naturalmente, c'è chi sostiene che custodire un segreto sia ancora più meritevole, ma questa è un'altra storia).
16,50

L'enigma dei codici cifrati. Dai misteriosi simboli dell'antico Egitto ai cifrari nazisti, alle crittografie della CIA.

Richard Belfield

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2009

pagine: 261

Fin dalla notte dei tempi, gli uomini hanno architettato gli stratagemmi più intricati pur di nascondere agli occhi dei più una comunicazione riservata solamente a pochi eletti. Sforzi altrettanto grandi, naturalmente, sono stati dedicati alla possibilità di intercettare e riconoscere i messaggi segreti: un tipo di competenza che, se si rivela essenziale in tempo di guerra, anche in tempo di pace diventa fondamentale per proteggere - o per carpire riservatissime informazioni di carattere commerciale o industriale. Richard Belfield passa in rassegna la storia della crittografia mondiale rendendo accessibile a tutti il mondo occulto dei messaggi in codice e delle informazioni criptate. Dalla misteriosa macchina Enigma, utilizzata dai gerarchi nazisti, fino al codice Kryptos messo a punto dalla CIA, Belfield racconta storie di ordinario spionaggio e smaschera trucchi mai divulgati fino a ora incoraggiando qualunque lettore a mettere a punto il proprio personale "Codice Da Vinci"...
12,90

Emigranti digitali. Origini e futuro della società dell'informazione dal 3000 a. C. al 2025 d. C.

Gianpiero Lotito

Libro: Copertina morbida

editore: Mondadori Bruno

anno edizione: 2008

pagine: 202

Frutto di una lunga incubazione che va più o meno dal 3000 a.C. agli anni ottanta, la civiltà digitale è esplosa negli ultimi venticinque anni in una rivoluzione che, lungi dall'esaurirsi, pervade la società contemporanea. L'innovazione tecnologica è sempre più veloce e siamo ormai giunti a un'importante tappa: il passaggio di consegne da parte degli "emigranti digitali", coloro i quali quelle tecnologie le hanno create o, con una certa fatica, hanno iniziato a usarle, ai "nativi digitali", le nuove generazioni che crescono e si formano in questa nuova realtà. Ci si può spingere a immaginare gli sviluppi della civiltà digitale nell'immediato futuro, avendo sempre presente che il modo in cui gli uomini decideranno di utilizzare le innovazioni non può essere affatto previsto. Gianpiero Lotito racconta l'evoluzione di questa civiltà attraverso una miriade di storie di tecnologie, di persone, users e innovatori, di aziende e comunità, per comprendere e interpretare il mondo attuale e quello futuro. Una storia curiosa per noi emigranti, una specie di album di famiglia per i nativi.
12,50

La scoperta dell'universo. I misteri del cosmo alla luce della teoria dell'informazione

Charles Seife

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2007

pagine: 303

Può essere impacchettata in un codice a barre, cifrata in un messaggio segreto in tempo di guerra, o risucchiata in un buco nero nell'angolo più remoto della galassia: l'informazione è ovunque, e non è solo un concetto astratto. L'informazione è una proprietà concreta della materia e dell'energia: ogni bit è reale quanto il peso di un pezzo di piombo, è qualcosa che risiede nelle cellule di ogni organismo vivente e che è parte integrante di qualsiasi fenomeno cosmico. La teoria dell'informazione è una scienza di attualità scottante, è il luogo in cui i biologi, i fisici e i chimici stanno convergendo per decifrare gli ultimi codici cosmici ancora inviolati. L'autore spiega in che modo la teoria dell'informazione, un tempo dominio esclusivo dei crittografi e delle compagnie telefoniche, è diventata la scienza cruciale dei nostri tempi. Nata con la decifrazione del codice Enigma nella Seconda Guerra Mondiale, cresciuta con la rivoluzione dei computer, oggi la teoria dell'informazione è all'avanguardia della fisica teorica. Le leggi dell'informazione stanno fornendo la risposta ad alcuni dei più profondi interrogativi della scienza, ma le risposte, spesso, sono più inquietanti dei paradossi che risolvono.
32,00

Strategie della scelta. Introduzione alla teoria della decisione

Albertina Oliverio

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2007

pagine: 149

Ogni giorno prendiamo decisioni più o meno importanti, in modo automatico oppure sulla base di ragionamenti articolati o conoscenze specifiche. Le conseguenze di una decisione sbagliata possono essere in alcuni casi solo fastidiose, in altri addirittura catastrofiche. Sebbene sia spesso difficile evitarli, si può tentare di prevenire gli esiti più negativi di una scelta, se si conoscono alcuni meccanismi basilari del processo decisionale. Nelle scienze sociali lo studio di come si prendano le decisioni e di quali siano i fattori che possono influire su di esse è noto come teoria della decisione, un'area di ricerca interdisciplinare che si fonda sui contributi di matematica, statistica, economia, sociologia, filosofia, psicologia, management. Uno studio della decisione prevedeva un'informazione perfetta circa le alternative di scelta e le loro conseguenze e una capacità adeguata a valutare le opzioni e a selezionare l'azione migliore sulla base di un calcolo razionale. Quel modello presupponeva un individuo in grado di esercitare autonomamente la sua volontà senza determinismi sociali. Ma quando prendiamo una decisione siamo realmente razionali in senso economico? O siamo anche influenzati dall'esperienza, dalla storia personale, dalle emozioni, dalle cognizioni, dagli altri? Al modello dell'uomo economico si è quindi contrapposta la teoria della decisione comportamentale, che descrive i fattori cognitivi e sociali alla base del processo decisionale.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento