Il tuo browser non supporta JavaScript!

Narrativa

L'isola di Fimia

Antonino Riccobono

Libro: Copertina morbida

editore: Europa Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 184

Un'opera insolita, nuova, quella in cui ci imbattiamo leggendo L'isola di Fimia. Ci conduce per mano uno scrittore raffinato che ci fa immergere nel mondo straordinario di una piccolissima isola che si staglia misteriosa. E l'autore sfodera con leggerezza le note di una storia personale che diventa Storia di tutti, di un angolo affascinante di una Sicilia ancora una volta metafora di percorsi nascosti nelle pieghe remote di una sicilianità che si fa cifra universale. Narratore è il nonno che racconta al figlio e ai nipoti, che vivono in Germania e sono venuti a trovarlo, storie, leggende e cunti. Ma anche fatti veri. Così il lettore può attingere a vicende, curiosità, particolari nascosti, un almanacco ricco e variegato, una passeggiata deliziosamente infarcita di aneddoti all'interno di una cornice storica, un cammino antropico intriso di folklore con preziosi richiami a fatti ufficiali, testimonianze di vita reale. È la partecipazione sentita di una scrittura che vuole trasmettere un bagaglio di emozioni e consegnare ai posteri un patrimonio di avvenimenti e di vicissitudini per sottrarli all'inesorabile forza edace dell'oblio.
13,90

127 gradini a Parigi

Roberto Candidi

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Efesto

anno edizione: 2022

pagine: 280

"Centoventisette gradini a Parigi "è il racconto della metamorfosi di Bob - che decide di abbandonare il proprio paese per tentare di fare il musicista a Parigi. Si immerge nella città, esplorandola a fondo, guidato dalle pagine dei grandi romanzieri dei "ruggenti anni Venti". Dopo il primo periodo di ambientamento, con un frettoloso viaggio in Brasile Bob assume padronanza della città; trova un lavoro stabile in un ristorante, inizia la frequentazione di alcuni locali notturni, e arrivano le prime esperienze di sesso con le ragazze francesi. Una festa in una grande casa frequentata da molti artisti segna in maniera netta il cambio di vita di Bob a Parigi. In poco tempo la sua vita si riempie di tutto quello che Bob solo pochi anni prima neanche avrebbe immaginato. Inizia un vero e proprio periodo bohémien. Inizia a suonare nei locali di Parigi, con la sua amica e cantante Ljuba: Bob diventa per tutti "il suonatore di blues col cappello". "Se la vita che fai non ti piace, cambiala", è questo motto a rappresentare il fil rouge del racconto. Il libro si conclude con un ennesimo dilemma di fronte a un ennesimo incrocio.
15,00

Nessuno disturbi l'amore

Anna Zarlenga

Libro: Copertina rigida

anno edizione: 2022

pagine: 288

Scrivere d'amore è facile... ma viverlo? Dori è una scrittrice. A ventotto anni vive ancora con la famiglia, che non la incoraggia affatto, anzi, la soffoca con richieste continue, convinta che in fondo, il suo, non sia un vero lavoro. Ma Dori, sotto lo pseudonimo di Delphine M. Bright, con il primo romanzo ha avuto molto successo. Ha persino sperato che da quel momento in poi la sua vita potesse cambiare. Purtroppo i successivi romanzi non sono andati altrettanto bene e ora il rischio di un altro flop la terrorizza. Come se non bastasse, l'editor la incalza perché consegni in tempo e questa volta condisca la trama "con un po' di pepe". Ed è proprio questo il problema... Dori non sa proprio cosa sia il pepe. La sua vita amorosa è ormai da tempo inesistente. In un momento di crisi dovuto allo stress in famiglia, Dori dà fondo ai suoi pochi risparmi e decide finalmente di andare a vivere altrove, per ritrovare un po' di tranquillità. Non navigando nell'oro, l'unica possibilità è affittare una stanza insieme ad altri studenti. In fondo uno studente dovrebbe studiare: quale fastidio potrebbe mai darle? Dori non immagina proprio in quale guaio sta per cacciarsi... Lei scrive d'amore, ma non ha una storia. Lui ha molte storie, ma con poco amore. Poi, un giorno, le loro strade si incontrano...
9,90

Il brigante

Giuseppe Berto

Libro: Copertina morbida

editore: Neri Pozza

anno edizione: 2022

pagine: 336

Nel 1951, l'anno in cui pubblica "Il brigante", Berto è già uno scrittore affermato. I due libri precedenti, "Il cielo è rosso" e "Le opere di Dio", composti nell'isolamento del campo di prigionia di Hereford e apparsi tra il 1947 e il 1948, erano stati accolti favorevolmente in Italia e all'estero, dove la stampa non aveva mancato di accostare lo scrittore ai maestri del neorealismo cinematografico italiano. Con "Il brigante", Berto decide dunque di rendere aperto omaggio al romanzo al cui centro vi siano scottanti problemi sociali - dirà successivamente di aver scritto un libro «marxista» -, alla maniera dei narratori che, come mostra Gabriele Pedullà nello scritto che accompagna questa edizione, orbitano, in quella stagione letteraria, «attorno a Elio Vittorini e si riconoscono genericamente in un movimento neorealista dalle molte facce diverse». Traendo ispirazione da un fatto di cronaca, Berto narra la vicenda di Michele Renda, giovane reduce di guerra che, tornato nel villaggio natio tra i monti della Calabria, ingiustamente accusato di omicidio, si dà alla macchia e diventa un brigante. Una storia che consente all'autore del "Cielo è rosso" di porre in risalto «il conflitto assoluto di Bene e di Male, lo scandalo della virtú perseguitata, la riscossa delle vittime innocenti» (Gabriele Pedullà), e di comporre pagine particolarmente felici sulla vita delle campagne calabresi in un momento di radicale trasformazione. Come, tuttavia, Berto farà notare nella prefazione all'edizione del 1974, "Il brigante" non è un romanzo interamente ascrivibile al neorealismo, al movimento culturale, cioè, che mirava alla «rigenerazione morale del paese» e al «raggiungimento d'una decente giustizia sociale». Michele Renda, il suo protagonista, è un «sorpassato», un uomo «indissolubilmente legato al mondo arcaico dell'odio, del tradimento, della vendetta» e la comunità in cui si muove, animata da dicerie, è quanto di piú lontano dal grande mito della «comunità organica». In realtà, gli elementi psicologici propri della scrittura di Berto, quelli che troveranno la loro massima espressione nel Male oscuro, sono già presenti in questo romanzo in cui un eroe, estraneo e irriducibile al suo mondo, è mosso da un universo interiore nel quale bene e male sono divisi soltanto da un esile filo. Nel 1961, Renato Castellani trasse dal Brigante un film giudicato da Berto il migliore di tutti i film tratti dai suoi romanzi, e dalla critica odierna un capolavoro della cinematografia italiana.
19,00

Ghiaccio. Senzanima

Stefano Vietti, Luca Enoch

Libro: Copertina rigida

editore: Sergio Bonelli

anno edizione: 2022

pagine: 80

Ian Aranill e la compagnia dei Senzanima è in viaggio verso la città meridionale di Baijadan. Ma per raggiungerla sono costretti a percorrere impervi sentieri di montagna che, incuneandosi fra le vette montuose, scendono vertiginosamente fra neve e ghiaccio, fra gole rocciose e fitte foreste, dietro i cui alberi occhi malevoli spiano gli intrusi, attendendo il momento giusto per colpire!
18,00

Pericolo ad alta quota

Amy McCulloch

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2022

pagine: 320

Cecily Wong è una giornalista appassionata di alpinismo, nota sul web per il blog in cui racconta i suoi (fallimentari) tentativi di scalata. Le sue sfortunate esperienze attirano l'attenzione di Charles McVeigh, scalatore di fama internazionale, che le lancia una sfida: le concederà un'intervista esclusiva se lei sarà in grado di raggiungere insieme a lui la vetta del Manaslu, l'ottava più alta del mondo. Per Cecily sarebbe il reportage della vita, quindi decide di mollare tutto - fidanzato compreso - e partire per il Nepal. E poco importa se attorno a McVeigh girano storie strane e se durante le spedizioni sono morti diversi suoi accompagnatori: Cecily è determinata a vincere la sfida, per il bene della sua carriera e per liberarsi del peso delle passate sconfitte. Ma una volta cominciata la scalata, il freddo e l'altitudine non sono gli unici pericoli che la attendono sul Manaslu. A uno a uno, i membri della spedizione cominciano a morire in strani incidenti: c'è qualcuno che li sta seguendo? E questo qualcuno li vuole morti?
14,90

Il principe di Bombay

Sujata Massey

Libro: Copertina morbida

editore: Neri Pozza

anno edizione: 2022

pagine: 384

India, novembre 1921. Per le strade di Bombay infuria la protesta contro l'arrivo in città del principe Edoardo, l'erede al trono d'Inghilterra destinato a reggere anche le sorti del subcontinente indiano. Non appena la sfarzosa parata di accoglienza allestita dal governo locale termina, e il corteo con il principe si allontana, la protesta non violenta indetta da Mohandas Gandhi sfocia in scontri feroci. Perveen Mistry, prima donna avvocato di Bombay, professionista fiera e appassionata, assiste agli incidenti senza sorprendersi piú di tanto. Il popolo in India soffre da tempo il giogo inglese e l'arrivo di Edoardo, principe di Galles ma non certo di Bombay, è come un getto di benzina sulle braci di una rivolta inevitabile. Sotto le tribune del Woodburn, Perveen scorge, a un certo punto, un corpo senza vita. Una tragica fatalità, a prima vista, una ragazza forse scivolata dal balcone di un edificio. Quando però Perveen si avvicina e scopre che la giovane è Freny Cuttingmaster, studentessa diciottenne che, appena il giorno prima, le ha chiesto come gli alunni del Woodburn College potessero boicottare la parata senza subire gravi conseguenze legali, il suo cuore sobbalza, come se volesse uscirle dal petto. Perché non ha dedicato alla ragazza l'attenzione che meritava? Perché non la ha trattenuta piú a lungo? Nascondeva forse altri timori, per rivolgersi a lei? Nei giorni successivi, l'indagine su quella morte inaccettabile si rivela tutt'altro che semplice: a Bombay dilaga la rivolta e i ribelli attaccano chiunque sembri avere un legame con la Corona. In particolare chi, come Perveen, ha tutto l'aspetto di una donna sola e indifesa. Per giungere alla verità stavolta saranno necessari coraggio e determinazione inusitati. Nuovo capitolo delle inchieste di Perveen Mistry, "Il principe di Bombay" è una storia di indipendenza e di ribellione, che mette in luce la forza e la passione di una straordinaria, e ostinata, eroina.
20,00

L'uomo che coltivava le comete

Angela Nanetti

Libro: Copertina morbida

editore: Neri Pozza

anno edizione: 2022

pagine: 144

Il bambino è nato in una giornata in cui il sole spuntava oltre le cime dei larici e invadeva la stanza: una giornata cosí bella da spezzare il cuore. Perciò la quindicenne Myriam, sua madre, non è riuscita a risolversi a lasciarlo andare. Ha voluto tenerlo con sé, anche se era ancora una bambina lei stessa, anche se sarebbe dovuta andare a scuola, anche se possedeva solo due pecore da latte e una casetta fatiscente. Per questo ha dato al bambino il nome di un eroe, un cavaliere coraggioso: Arno. E Arno è diventato un bambino dall'animo puro, capace istintivamente di vedere il cuore delle cose, ma inquieto come l'acqua dello stagno di Isbue, «che basta una nuvola a farle cambiare colore», Per questo Arno aspetta la cometa, una cometa eccezionale, a cui esprimere il desiderio che più gli appesantisce lo spirito: veder tornare il proprio padre. Intanto la vita al paese continua, giorno dopo giorno, stagione dopo stagione, fra la madre Myriam, bellissima ragazza di origine zigana che ama cantare e ballare; il fratellino Bruno, tanto allegro e spensierato quanto lui è riflessivo e pensoso; Nenele, il fantasma di una vecchia nonna dalle sembianze di una strega; Cocò, la pecorella intelligente che lo accompagna dappertutto come un buffo cane lanoso, e il signor Lorenz, fornaio e sindaco del paese, che offre a questa piccola famiglia lavoro, ciambelle calde, protezione e disciplina. Fino a quando Arno non fa un incontro inaspettato. Uno straniero, che abita nella baita abbandonata nel bosco. No, non è suo padre, Arno ne è sicuro: non ha i suoi occhi chiari né i capelli biondi. Eppure ha una certa eleganza, un modo strano di parlare, e uno strano mestiere: dice di coltivare le comete. Con "L'uomo che coltivava le comete", Neri Pozza riporta in libreria il libro, corredato dalle suggestive tavole di Germano Ovani, con cui Angela Nanetti ha superato sé stessa. Una favola candida e commovente che racconta di sogni e di perdita, di dolcezza e di gioia, piena al tempo stesso di realtà e di poesia.
20,00

Micaèle, fratello di Jerry, cane da circo

Jack London

Libro: Copertina morbida

editore: EdUP

anno edizione: 2022

pagine: 224

La vita del cane terrier Micaèle cambia radicalmente quando incontra Dag Daughtry su una spiaggia delle isole Salomone e lo porta in viaggio con sé. Micaèle conoscerà molte persone, alcune amanti degli animali, altre meno, capendo così che non tutte le persone sono buone come lui credeva.
15,00

Il diavolo sulle colline

Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Rusconi Libri

anno edizione: 2022

pagine: 224

Scritto tra il 20 giugno e il 4 ottobre del '48, Il diavolo sulle colline è il romanzo in cui Pavese dedica le sue attenzioni alla società borghese, cittadina. Il diavolo del titolo è Poli, uno dei protagonisti, giovane ricco, dissoluto, affascinante quanto ambiguo, teso verso la trasgressione e alla ricerca del vizio, simbolo della perdita dell'innocenza. Il linguaggio del romanzo si muove tra realismo e simbolismo e la sua trama ha coinvolto generazioni di lettori.
10,00

L'ombra. L'integrale. Volume 2

Alfredo Castelli

Libro: Copertina rigida

editore: Nona Arte

anno edizione: 2022

pagine: 144

Il personaggio di Alfredo Castelli viene presentato in una collana integrale di tre tomi che ne ripropone tutte le avventure. L'investigatore privato Grant Shade, a causa di alcune indagini ritenute fastidiose, viene ferito gravemente, dato per morto e gettato in un lago di acque velenose. Anziché dargli il colpo finale, però, i liquami tossici risanano le sue ferite e lo rendono invisibile. Nasce così una minaccia letale per il mondo del crimine...
34,90

La strana morte di Alex Raymond

Dave Sim, Carson Grubaugh

Libro: Copertina rigida

editore: Editoriale Cosmo

anno edizione: 2022

pagine: 320

Il leggendario Dave Sim, famoso in tutto il mondo per il suo rivoluzionario Cerebus the Aardvark, fa rivivere la storia di uno dei più grandi creatori di fumetti: Alex Raymond. Il volume ripercorre le vite, tra gli altri, di Raymond (Flash Gordon, Rip Kirby), Stan Drake (Julet Jones) e Hal Foster (Il principe Valiant), analizzandone le tecniche attraverso la ricostruzione delle loro più famose opere.
34,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.