Il tuo browser non supporta JavaScript!

Musica

Rock wc. 200 storie rock per i momenti di relax

Giovanni Rossi

Libro: Copertina morbida

editore: Tsunami

anno edizione: 2022

pagine: 216

Lasciare da parte telefonini e tablet per riappropriarsi del proprio tempo: ecco cos'è "Rock wc". Non un libro come tanti altri, ma un'opportunità per arricchire la propria cultura musicale con una serie di storie da leggere nella massima libertà, comodamente isolati nella privacy del bagno. Dai Pink Floyd agli AC/DC, dai Beatles ai Nirvana, dai Queen a Bruce Springsteen: duecento storie fulminanti, poco conosciute, che sveleranno al lettore molti segreti della musica...
14,90

Il sogno inglese. I Sex Pistols e il punk-rock

Jon Savage

Libro: Copertina morbida

editore: ShaKe

anno edizione: 2022

pagine: 704

Basato sulle interviste e i racconti orali di Malcolm McLaren, John Lydon, Paul Cook, Steve Jones, Glen Matlock, Joe Strummer, Siouxsie Sioux, Howard Devoto, Pete Shelley, Sylvain Sylvain, Richard Hell, Capt. Sensible, Adam Ant, Jordan Mooney, Viv Albertine e tanti altri ancora. Questo è il libro definitivo sui Sex Pistols, sull'ascesa della cultura musicale ed estetica alla quale appartenevano, e sul loro tempo: la rovinosa era di Margaret Thatcher. Puntellato di aneddoti, approfondimenti ed interviste esclusive, Savage racconta la storia fulminea del punk, riallacciando i fili culturali a quanto in precedenza era apparso tra le avanguardie artistiche: dal lettrismo al situazionismo, dagli stili degli anni Cinquanta al pop degli anni Sessanta. Il punk fece paura. A tutti. Portare i capelli in un certo modo, indossare il giubbotto di pelle, le t-shirt con le svastiche, i sacchi della spazzatura e gli accessori sado-maso come abiti, erano atti provocatori che comportavano un certo coraggio. La creativa contestazione del Giubileo della regina Elisabetta fu l'onta definitiva contro l'orgoglio nazionalista, un'onta contro "il sogno inglese", da lavare a ogni costo. Per mesi i componenti del gruppo, ma anche tanti punk comuni, furono braccati e aggrediti per strada da ex militari, teddy boys, skinhead e balordi vari. Con il sostegno dei tabloid scandalistici, i punk diventarono la feccia della nazione, il "folk devil", il nemico pubblico. A tale panico sociale i Pistols, guidati dal folle genio di Malcolm McLaren, invece di arretrare, risposero rilanciando la provocazione. Il tutto mentre ponevano le basi per un totale rinnovamento del mercato musicale. E il corto circuito fu totale... La reputazione de Il sogno inglese è cresciuta di continuo dal momento della sua prima pubblicazione. Oggi questo libro è considerato un vero e proprio classico di storia culturale, che trascende la dimensione musicale, per raccontare in modo straordinario un irripetibile periodo. Sono incluse bibliografie e discografie, che rappresentano non solo un vero e proprio libro nel libro, ma una guida di riferimento essenziale per ogni appassionato di musica.
25,00

Garageland. Suoni, visioni, sottoculture. Volume 2

Libro: Copertina morbida

editore: Red Star Press

anno edizione: 2022

pagine: 82

«Lo scarso ricambio generazionale delle scene sottoculturali è da tempo oggetto delle attenzioni sia di alcuni sociologi, sia degli individui che ne fanno parte. Fanno sorridere, in quest'ultimo campo, le ipotesi dei più ingenui, che non cogliendo i cambiamenti sociali in corso puntano il dito contro sé stessi - autoaccusandosi di snobismo o addirittura di nonnismo - oppure direttamente contro i giovani, colpevoli di essere sempre più massificati e di interessarsi solo a fenomeni effimeri. Chi ha maggiori capacità di analisi non può invece che concordare con quegli studiosi che individuano, tra i fattori dell'invecchiamento di certi ambiti, la facilità e la rapidità con cui è oggi possibile soddisfare le proprie curiosità stilistiche e musicali, che tolgono fascino alla lenta e faticosa scoperta - mi riferisco, ovviamente, all'era pre-Internet - della storia e delle caratteristiche delle scene verso cui si prova un'istintiva attrazione. Mentre alcuni appaiono rassegnati di fronte alla possibile scomparsa delle sottoculture, altri si interrogano sul da farsi, senza però giungere a conclusioni degne di nota. Dal canto nostro, riteniamo sia forse più utile non lasciarsi sfuggire ciò che hanno da offrire le scene reali, per ciò che sono oggi e non per come sarebbero se la realtà assecondasse i nostri desideri. Il fatto che molte persone formatesi tra gli anni '80 e i 2000 inclusi abbiano mantenuto le loro passioni giovanili, magari approfondendole e interessandosi anche ad altro - ad esempio scrittura, disegno, fotografia, cinematografia - significa che oggi possiamo godere il frutto delle loro esperienze e competenze sotto forma di saggi, racconti, fumetti, raccolte fotografiche e addirittura film. Va bene, insomma, tornare nel garage; va meno bene farlo con l'ottica di non uscirne più.» (Dall'introduzione di Flavio Frezza)
15,00

Blues. La musica del diavolo

Antonio Pellegrini

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2022

pagine: 272

Il blues, fin dalle origini, veniva considerato la "musica del diavolo": suonarlo era ritenuto, da predicatori e benpensanti, un peccato. In realtà, questo genere è una vera medicina dell'anima. Nato nel profondo Sud degli Stati Uniti dai discendenti degli schiavi neri, è un canto di liberazione urlato verso il cielo. Non solo una musica, ma uno stato d'animo immortale, capace di dare origine al rock, jazz e tanti altri generi, continuando a svolgere la sua opera taumaturgica. Il libro raccoglie le storie dei bluesman più significativi per profilo artistico e storia personale, concentrandosi sulla transizione dal blues del Delta, e da quello delle metropoli americane anni Quaranta e Cinquanta, al blues rock inglese e statunitense degli anni Sessanta e Settanta, con interviste inedite ed esclusive, testimonianze dei concerti e un'analisi critica a firma di Antonio Bacciocchi.
18,00

Capire la musica. Saper ascoltare

Matteo Marangoni

Libro: Copertina morbida

editore: Book Time

anno edizione: 2022

pagine: 260

Dalla Quinta Sinfonia di Beethoven al melodramma, Matteo Marangoni accosta alla sua grande passione per l'arte quella per la musica. Questo saggio del 1953 si va a unire alle altre due celebri opere ed è un excursus nella storia della musica - quella italiana e quella tedesca, il ritmo, il connubio melodico-armonico, l'accordo, la modulazione ecc. - che analizza le opere dei più famosi compositori.
25,00

Potere alla parola. Scrivere rap, vivere hip-hop

Antonio Sofia

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2022

pagine: 384

Il rap si può fare ovunque e lo può fare chiunque. Questa sua forza è un'eredità diretta della cultura Hip-hop e oggi è a disposizione delle ragazze e dei ragazzi che prendono parola nelle strade, nelle scuole, nelle comunità e negli istituti penali. Il Rap si fa «storia» nelle interviste con 232APS, Coop. CAT, SpazioZero APS, Kento, Lucariello, Jaka, E. Beccati, Militant A, FAZ, Frankie Hi-nrg, Danno, Tormento, Claver Gold, Murubutu, Damir Ivic, u.net, Wissal Houbabi.
25,00

Piccola enciclopedia del rock'n'roll. La storia da colorare ad alto volume

Matteo Campese, Giulia Ianniello

Libro: Copertina morbida

editore: Arcana

anno edizione: 2022

pagine: 176

Lo hanno dato per spacciato, passato di moda, spento. Ridotto a materiale per collezionisti, arginato, recluso nei vinili. "Il rock è roba da vecchi". Eppure generazione dopo generazione, di padre in figlio, di concerto in concerto, il rock ha vissuto centinaia di primavere e tante ne vivrà ancora. Nelle storie dei ragazzi, nella voglia di ribellarsi a quello che altri hanno deciso per loro, nelle urla e nei graffi sul muro, negli adesivi sui muri dei locali e nelle spille sui giubbotti di pelle, il rock è da sempre il genere musicale che più ha influenzato le persone, le ha convinte a provarci, a buttare il cuore oltre l'ostacolo. È la voce dei giovani, dei giovanissimi e di quelli che ancora non hanno voce. La Piccola Enciclopedia del Rock'n'Roll è il riassunto di sessant'anni di storie riscritte per i piccoli che ancora non le conoscono e per le mamme e i papà che le hanno vissute in prima persona. Tanti artisti e tante canzoni accompagnate dalle illustrazioni di Giulia Ianniello, tutte da colorare per far rivivere la musica. Lo stile ricalca quello a tratti psichedelico degli anni Sessanta ma anche degli inizio Novanta, quando i libri da colorare per bambini erano composti dalle silhouette delle star divise in bande da pitturare a piacere per creare un effetto ottico unico e personale.
16,90

David Bowie

Robert Dimery

Libro: Copertina rigida

editore: 24 Ore Cultura

anno edizione: 2022

pagine: 136

David Bowie è stato un innovatore irrequieto che ha aperto nuovi orizzonti nel mondo della musica e del costume. La sua immagine è cambiata con quasi ogni album, influenzando sia la moda della strada che le passerelle. È diventato un attore acclamato e la sua aura androgina e la sua sessualità ambigua si sono rivelate liberatorie per coloro che erano incerti sulla propria. Questo libro traccia la sua evoluzione fin dagli anni Sessanta, la sua euforica reinvenzione nel 1972 come Ziggy Stardust e lo stile di vita eccessivo che gli è quasi costato la sanità mentale. Rivisita la sua rinascita artistica a Berlino, la celebrità globale raggiunta con Let's Dance nel 1983 e il suo trionfante addio, Blackstar.
17,90

Double exposure

Ettore Ulivelli

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2022

Dagli sguardi affascinati alle "stupende batterie nelle vetrine londinesi di metà anni '50" al rientro in Italia e gli esordi con la batteria, l'autore racconta le sue prime esperienze con il jazz e la fotografia in teatro, cui seguiranno la partecipazione come batterista nel quartetto di Giorgio Gaslini per il film "La Notte" di Michelangelo Antonioni; la realizzazione della serie fotografica "Double Exposure" (doppia esposizione: due immagini scattate da posizioni diverse, sul medesimo fotogramma) l'assidua presenza ai concerti, che gli consente di creare, nei decenni, un imponente archivio sui più grandi jazzisti della storia, tra i quali: Duke Ellington, Thelonious Monk, Bud Powell, Dizzy Gillespie, Miles Davis, John Coltrane, Bill Evans, Stan Getz, Dave Brubeck, Coleman Hawkins, Max Roach, Art Blakey, Elvin Jones, Tony Williams e molti altri. Le note sui musicisti qui ritratti lasciano trasparire, pur nella loro concisione, la dedizione, la passione e il rispetto con le quali l'autore sfiora le loro storie. Con un saggio inedito di Luca Bragalini su fotografia e musica jazz.
24,00

Gli anni d'oro della canzone francese 1940-1970

Giangilberto Monti, Vito Vita

Libro: Copertina morbida

editore: Gremese Editore

anno edizione: 2022

pagine: 232

In un grande volume illustrato, le più grandi stelle della canzone francese, 17 miti che hanno fatto la storia della musica francese e internazionale.
28,00

Post-prog moderno. L'alba di una nuova era

Massimo Salari

Libro: Copertina morbida

editore: Arcana

anno edizione: 2022

pagine: 272

La musica rappresenta da sempre la società in cui viviamo al momento, ma c'è un genere in particolare che non si piega alle mode: il Progressive Rock. Artisti pionieri vanno alla ricerca di nuove sonorità e soluzioni tanto da divenire nei decenni veri e propri punti di riferimento per la musica del futuro. Il Progressive Rock con il tempo si distanzia fisiologicamente da se stesso e necessita quindi di una nuova collocazione. Gli anni Sessanta e Settanta sono stati fondamentali, ma la tecnologia evolve, e così inevitabilmente la nostra vita. Questo viaggio fra passato, presente e futuro narra di una nuova era e fissa un paletto necessario per non confondere più il significato di Progressive Rock: Post Prog Moderno. Nel libro segue uno sguardo ai pionieri, a chi ha influenzato i tempi moderni e al mondo sperimentale, quello che osa e muta l'evoluzione del Rock. Prefazione di Fabio Zuffanti.
22,00

Quando il rock si chiamava pop... E ci scambiavamo i dischi per strada

Franco G. Bolsi, Roberto Ceresini, Roberto Sirocchi, El Grifo, Alberto Maria Sirocchi

Libro: Copertina morbida

editore: Arcana

anno edizione: 2022

pagine: 210

Un gruppo di amici, un nucleo di appassionati di musica anni Sessanta e Settanta che, pur facendo parte della stessa generazione, hanno sviluppato idee e sensazioni diverse nel campo musicale che hanno portato a discussioni e dibattiti molto animati e sentiti. Questa è la genesi di Quando il rock si chiamava pop, un libro composto da una serie di articoli, riflessioni, idee, anche ironiche, su un periodo storico che ha accompagnato la crescita musicale, ma non solo, degli autori, "ex giovani" per i quali gli anni Settanta sono stati formativi. La sfida che si sono posti è quella di provare a mettere per iscritto le storie che per anni si sono raccontati oralmente, e che non volevano disperdere, per trasmetterle magari alle nuove generazioni. Nessuno degli autori ha velleità giornalistiche; l'intento è solo di ricordare che hanno vissuto dal di dentro quell'epoca irripetibile e quindi di raccogliere il tempo e fissarlo sulla carta. Il tutto era cominciato per gioco e per scherzo, senza un'idea precisa, ma nel tempo il libro ha preso forma e sostanza fino ad arrivare ad avere un senso compiuto: fissare la memoria e tramandarla ai posteri.
16,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.