Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Massimo Gatta

L'insolenza e l'audacia. Sul disordine dei nostri libri

Massimo Gatta

Libro: Copertina morbida

editore: Graphe.it

anno edizione: 2021

pagine: 112

Come mantenete la vostra biblioteca? Ordinata per autore, editore, altezza o magari colore? Oppure forse lasciate i libri progressivamente accumularsi in casa in un disordine creativo? Di piatto, in doppia fila, in alte pile traballanti che dal pavimento anelano, come stalagmiti cartacee, verso l'alto? Se appartenete a questa seconda categoria, il testo che avete fra le mani è la guida ideale perché vi farà scoprire (con dovizia di riferimenti puntuali ed eruditi) che nella storia della bibliofilia - o della bibliomania - siete tutt'altro che soli: da Zenodoto a Naudé, da Borges a Roberto Calasso a Karl Lagerfeld, molti si sono interrogati sull'organizzazione ideale, o sull'altrettanto ideale disorganizzazione, della (propria) biblioteca e sovente si sono arresi all'evidenza che il vero piacere di chi ama i libri sta proprio nel disordine, in quell'anarchia incontrollata nella quale i volumi amano perdersi, nascondersi, prendersi gioco di voi a non essere ritrovati, o a esserlo quando ormai non ne abbiamo più bisogno. Prefazione di Luigi Mascheroni.
8,50

Breve storia del segnalibro

Massimo Gatta

Libro

editore: Graphe.it

anno edizione: 2020

pagine: 64

Da sant'Agostino, che teneva il segno con il dito, al Manzoni, passando per l'Arcimboldi, fino ai nostri giorni con gli eBook: la storia e le curiosità di un oggetto caro a chi ama leggere. Cosa usate per tenere il segno, quando momentaneamente interrompete la lettura di un libro? Avete mai prestato davvero attenzione a quell'oggetto (biglietto del tram, fiore essiccato, laccetto di seta...) che vi permette di ritrovare il punto in cui vi eravate fermati? Fra il segnalibro d'emergenza (come la classica e vituperata "orecchia") e quelli pregiati, pensati come elementi da collezione, passa un mondo che non merita soltanto curiosità classificatoria, ma una considerazione che non è troppo definire filosofica; proprio con questo termine, infatti, l'autore - esperto degli aspetti paratestuali del libro - descrive il segnalibro come «un elemento filosofico prima ancora che materiale». Oltre alla puntualità della prospettiva storica, un ricco apparato di note e una nutrita bibliografia rendono questo saggio limpido e prezioso, mai pedante e tra i rarissimi contributi dedicati all'argomento. Con segnalibro abbinato.
7,00

L'Aldo degli scrittori. La figura e l'opera di Aldo Manuzio nell'immaginario narrativo (secoli XVI-XXI)

Massimo Gatta, Ludovica Gatta

Libro: Copertina morbida

editore: Biblohaus

anno edizione: 2018

pagine: 84

Un padre e sua figlia si spingono sulle tracce collaterali di un "altro" Aldo Manuzio; lo rintracciano in racconti, romanzi, graphic novel e perfino nei fumetti. Lui è il medesimo stampatore e umanista ma declinato in generi letterari che ne hanno come diversificato il genio tipografico e lo spessore culturale. "L'Aldo degli scrittori" è quindi un piccolo viaggio lungo cinque secoli, alla ricerca di quelle testimonianze letterarie, anche marginali, che hanno contribuito a rendere il celebre bassianese figura centrale del suo, come del nostro tempo.
15,00
15,00

Librai, librerie et amicorum. Appunti per una bibliografia futura

Massimo Gatta

Libro: Copertina morbida

editore: Biblohaus

anno edizione: 2018

pagine: 618

Da Nicolò Franco (1539) a Pasquale Langella (2017) migliaia di schede, di librai e di librerie per cercare di raccontare un mondo meraviglioso, "appunti" in vista di una bibliografia che mai sarà completa com'è di ogni bibliografia che si rispetti. La nuova edizione, completamente rivista e aggiornata rispetto alla prima del 2008, di una bibliografia ancora unica nel suo genere.
25,00

Lo scaffale di carta. Mestieri del libro nella narrativa contemporanea

Massimo Gatta

Libro: Copertina morbida

editore: Biblohaus

anno edizione: 2012

pagine: 100

"I pregi di questo volumetto sono dettati dal fatto che vi si vagliano i possibili e i molteplici connessi alla carta, ma non solo, anche i termini legati alla fattura del libro, agli ambienti che lo presuppongono prima e lo creano poi, ai mestieri che esso reclama, alle diverse mani che gli danno vita nei passaggi obbligati che lo portano passo dopo passo a depositarsi sullo scaffale della biblioteca, a esporsi sulla vetrina della libreria, ad andare a finire tra le mani del lettore. Ciò che ne risulta è un vero e proprio caleidoscopio in cui molti campi tematici contribuiscono a comporre un prisma sfaccettato ma, nel contempo, anche unitario. I diversi bagliori che detto prisma lancia, infatti, illuminano sì una singola faccia poligonale del poliedro ma, nel contempo, riescono a ridonarlo compiutamente in tutta la sua lampeggiante complessità."
12,00

La grande famiglia. Storie di editoria e bibliografia

Massimo Gatta

Libro: Copertina morbida

editore: Biblohaus

anno edizione: 2012

pagine: 350

18,00
18,00

I Colitti di Campobasso. Tipografi e editori tra '800 e '900

Michela D'Alessio, Massimo Gatta, Giorgio Palmieri, Antonio Santoriello

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2016

pagine: 248

All'interno del panorama tipografico e editoriale molisano, solo di recente sottratto ad una persistente zona d'ombra, la Casa tipografico-editrice Colitti di Campobasso si evidenzia per l'estensione dell'attività, l'entità e la varietà della produzione, la portata del ruolo ricoperto nella realtà locale. Nel volume, per la prima volta, si presentano un profilo complessivo dell'azienda e alcuni significativi approfondimenti: viene fornito il catalogo delle 1.176 pubblicazioni monografiche realizzate fra il 1865 e il 1950; sono ripercorse le vicende ottocentesche, correlate al coevo tessuto politico, economico e sociale di Campobasso e del Molise; viene descritta la parabola novecentesca, caratterizzata dal tentativo di trasformazione dell'azienda da grande tipografia in casa editrice; è rivolto lo sguardo alla produzione scolastica, settore di particolare importanza in un territorio storicamente connotato da bassissimi indici di alfabetizzazione e scolarizzazione; si focalizzano le attenzioni sulla prestigiosa collaborazione di Angelo Marinelli, ai primi del Novecento fra i tecnici più affermati del settore.
30,00

Einaudi. Sibi et amicorum. Storia portatile di una collana editoriale (1966-2011)

Massimo Gatta

Libro: Copertina morbida

editore: Biblohaus

anno edizione: 2011

pagine: 80

12,00

Bibliofilia del gusto. Dieci itinerari tra libri, letteratura e cibo

Massimo Gatta

Libro: Copertina morbida

editore: Biblohaus

anno edizione: 2008

pagine: 150

Dieci itinerari tra gastronomia e letteratura, poesia e ristoranti, premi letterari e cibo, tipografia e aglio, filosofia e convivialità. Dieci percorsi per meglio comprendere le affinità tra il mondo del libro e quello del cibo, tra la bibliofilia e le pentole, tra l'ovattato mondo delle librerie antiquarie e la cucina erotica, tra la bibliografia, la storia economica e la pesca dei cannolicchi.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento